Corsi

CORSO BASICO

Tre assi (Aeroplano),

Pendolare (Deltaplano a motore),

Autogiro

Programma di teoria

Articolato su 33 ore di lezione, con il seguente programma:

1. Introduzione all’attività V.D.S. – n. 1 lezione

2. Principi di aerodinamica – n. 4 lezioni

3. Materiali, Sicurezza , Emergenza – n. 2 lezioni

4. Meteorologia – n. 5 lezioni

5. Motori – n. 3 lezioni

6. Tecnica di volo – n. 4 lezioni

7. CTA e legislazione aeronautica – n. 1 lezione

8. Medicina aeronautica – n. 1 lezione

9. Strumenti e navigazione – n. 2 lezioni

Programma di pratica volo

Il programma delle missioni di volo per il conseguimento dell’attestato di Pilota V.D.S. si compone si compone di 24 missioni di 40 minuti ciascuna per un totale complessivo di 16 ore di volo. Nella giornata è ammessa l’effettuazione di una sola missione di volo, affinchè l’allievo possa assimilare le manovre dimostrative; è ammessa eccezione nel caso in cui il frequentatore dimostri un ottimo grado di acquisizione e, comunque, non prima di due ore dalla prima missione. La missione di solista sarà effettuata dopo una missione a doppi comandi e nella stessa giornata.

NOTA: Ogni missione sarà preceduta da un pre-briefing e, dopo l’effettuazione del volo, da un debriefing. L’Istruttore, si soffermerà in particolare sulle manovre ove l’allievo ha dimostrato scarso profitto.

Il giudizio può essere INSUFFICIENTE, oppure SUFFICIENTE. Salvo casi particolari di indisponibilità dell’istruttore, l’allievo volerà sempre con lo stesso Istruttore. E’ previsto il cambio Istruttore qualora l’allievo dimostri un profitto insufficiente per tre missioni consecutive.

Le missioni n. 1 e n. 2 sono di ambientamento e non
sono valutative. Il check alla missione n. 10 sarà effettuato
da un altro istruttore.

Materiale didattico

1. Libro di testo R. Trebbi “Il Volo Ultraleggero”

2. Dispensa “Sicurezza del volo”

3. Dispensa “Meteorologia – Cartografia – Navigazione”

4. Manuale di volo di ogni velivolo

5. Check -List di ogni velivolo

6. Fotografia del cruscotto di ogni velivolo

7. Cartina della zona

8. Scheda del circuito dell’Aviosuperficie ARMA

9. Modulo per la richiesta del NULLA-OSTA

10. Modulo per la Visita Medica

CORSO IDROVOLANTE ULM
Struttura del corso

I corsi tenuti dall’A.S. “Volere e Volare” su apparecchio ULM Anfibio e Idro avranno come finalità il rilascio dell’attestato di pilota VDS con apparecchi provvisti di motore con relativa specifica abilitazione a mezzi idro o il conseguimento dell’abilitazione Anfibio e Idro per piloti che sono già in possesso dell’attestato VDS.
Per questi ultimi prevede il seguente programma didattico e addestrativo:

Corso di teoria

Articolato su 6 lezioni, è composto dal seguente programma:

Gli elementi naturali – n. 1 lezione
Idrovolanti e anfibi – n. 1 lezione
Movimentazione a terra e in acqua – n. 1 lezione
Il decollo dall’acqua – n. 1 lezione
L’ammaraggio – n. 1 lezione
Il volo idro – n. 1 lezione

Programma di volo

Il programma delle missioni di volo si compone di n. 8 missioni da circa 45 minuti cadauna per un totale complessivo di 6 ore. Le prime missioni verranno effettuate dopo le prime tre lezioni teoriche.

CORSO DI ABILITAZIONE AL VOLO IN FORMAZIONE
1- Generalità

Lo scopo del corso è quello di fornire l’abilitazione alla conduzione del volo in una formazione di velivolo così come previsto all’articolo 11 comma 14 del DPR 133 del 2010

2-Requisiti

FREQUENTATORE:
Pilota in possesso di attestato VDS VM Avanzato in corso di validità con abilitazione alla condotta della classe di apparecchi su cui svolge il corso. Attestato di radiofonia aeronautica. Esperienza di almeno 100 ore di volo da Pilota Comandante.

ISTRUTTORE:
Istruttore VDS VM inserito nel disciplinare della scuola presso la quale svolge il corso con abilitazione al volo in formazione e abilitazione istruzionale.

SCUOLA:
Scuole con istruttori di cui al precedente capo.

APPARECCHI:
Apparecchi uguali o di pari prestazioni, iscritti al disciplinare della scuola co Radio a bordo.

3- Struttura del corso

Il corso prevede lo svolgimento di lezioni teoriche (briefing) che precedono quelle di pratica (missione)

4- Teoria

Non meno di 3 ore di briefing. E’ svolta dal docente in aula e con l’ausilio dei supporti didattici idonei. Gli argomenti dei briefing sono:

  • Segnali visivi
  • Procedure radiofonia
  • Messa in moto
  • Rullaggio
  • Decollo (non previsto in coppia)
  • Salita e livellamento
  • Volo in quota, virate interne, esterne e a libro, tipi di formazione, singole manovre, procedure di trasformazione, procedure per rompere la formazione, fila indiana, ricongiungimento, cambio Leader, controlli,
  • Rientro alla base,
  • Discesa,
  • Circuito,
  • Atterraggio (non previsto in coppia),
  • Riattaccata,
  • Info varie (punti di ritrovo, emergenze)
4- Pratica

Almeno 10 ore di esercitazioni in volo effettuate sia nella posizione di Leader che in quella di Gregario ed un esame finale teorico e pratico.

4- Attestato

Al completamento positivo del corso, il direttore della scuola apporrà sull’attestato VDS la dichiarazione che il pilota ha conseguito l’abilitazione a condurre velivoli in formazione. La scuola dovrà comunicare tempestivamente all’AeCI gli atti relativi al corso per la registrazione formale da parte delle autorità aeronautiche.

TIROCINIO INIZIALE PER L’AMMISSIONE ALLA PRIMA FASE DEL CORSO ISTRUTTORI VDS/VM

La prima fase del corso per il conseguimento della qualifica di Istruttore VDS VM, altrimenti detta tirocinio Iniziale, è svolta presso la Scuola VDS VM che si fa carico dello svolgimento del tirocinio stesso e della presentazione del candidato alla prova d’esame conclusiva, per la successiva ammissione alla seconda fase del Corso Istruttori.

Durante tale tirocinio della durata minima di 6 mesi, il Candidato prende parte all’attività della Scuola svolgendo i seguenti ruoli e compiti:
• In veste di auditore, segue le lezioni teoriche, i long briefing e gli short briefing, che il Personal e della Scuola tiene a favore degli Allievi regolarmente iscritti al corso in atto, al fine di acquisire le tecniche di esposizione ed approfondire le proprie conoscenze delle materie del Corso di Pilotaggio;
• In veste di Allievo Istruttore, simula lezioni teoriche in aula, long briefing e short briefing, nei confronti dell’Istruttore della Scuola a ciò preposto, che ne prenderà nota, esprimendo valutazioni e suggerimenti, in conformità allo Statino delle Le zioni Teoriche qui accluso;
• In veste di Allievo Istruttore, effettua almeno nove ore di volo, con l’Istruttore della Scuola a bordo in veste di allievo, al fine di acquisire le tecniche di istruzione in volo ed approfondire le proprie capacità e conoscenze della tecnica di pilotaggio. L’Istruttore della Scuola, dopo ciascun volo, ne prenderà nota, esprimendo valutazioni e suggerimenti, in conformità allo Statino delle Missioni in Volo qui accluso.

Le missioni in volo devono essere organizzate e svolte nel rispetto dei seguenti criteri:

• Devono essere sempre precedute dal briefing, svolto dall’Istruttore della Scuola al Candidato Istruttore, circa la sicurezza delle manovre, e dal Candidato Istruttore all’Istruttore della Scuola i n veste di Allievo, per mettere a fuoco l’obiettivo d ella missione didattica;
• Tranne che per le esercitazioni che richiedano il contatto sulla pista, devono prevedere l’allontanamento dal campo per dirigere in una zona di lavoro individuabile sulla mappa da portare in volo;
• Gli argomenti delle lezioni teoriche e delle missioni di volo, devono essere scelti dal programma didattico per il conseguimento dell’attestato VDS V M, e devono essere fasati in modo che ci sia consequenzialità tra la lezione in aula e la missione in volo.

Gli argomenti trattati saranno i seguenti:

• Orientamento e zona di lavoro;
• Effetti secondari dei comandi;
• Effetti della potenza sulla traiettoria di volo;
• Variazioni di velocità ed effetti sulla traiettoria di volo
• Volo lento e secondo regime;
• Imbardata inversa ed effetti, durante il rollio per entrare in virata e durante il rollio per uscire dalla virata(per velivoli ad ala fissa a comandi tradizionali)
• Ingresso in autorotazione e controllo dei giri roto re, per l’elicottero;
• Discesa verticale, per l’autogiro;
• Effetti della velocità e dell’inclinazione alare su l raggio di virata.

Al termine del Tirocinio, il Direttore della Scuola esprimerà la propria valutazione, utilizzando l’accluso modello di relazione, ai fini della presentazione del Candidato alla prova d’esame per l’ammissione al la seconda fase del corso Istruttori.

ALTRI CORSI

icon-new-15
CORSO DI PILOTAGGIO
AVANZATO
Con esame presso la scuola e trasmissione all’Aero Club d’Italia dell’avvenuto esame con esito positivo per la trascrizione dell’abilitazione sull’attestato di volo.
icon-new-16
CORSO DI RADIOTELEFONIA AERONAUTICA
Il corso si articola in almeno 10 ore di teoria/pratica con esame fatto in sede alla presenza di esaminatori dell’Aero Club d’Italia. L’abilitazione alla fonia sarà rilasciata dall’AeCI su mandato ENAC.
Nel costo del corso sono compresi: i libri di testo, le dispense ed il CD-rom audiovisivo delle lezioni.
icon-new14
CORSO DI ABILITAZIONE AL TRASPORTO DEL PASEGGERO
Esame in sede con esaminatore AeCI.
icon-new-15
CORSO DI PERFEZIONAMENTO AL PILOTAGGIO
5 ore con approfondimento manovre di sicurezza, assetti inusuali, sfogata, chandelle, otto lento.